Sipario

Sipario che guisa mi vesti.

Luce che osannante ti rincorro.

Palco che calco con arrogante successo.

Lacrima disegnata e mai versata.

Ti pongo inchino abbracciando il mio busto Re.

Porto a te sorriso in sfida.

Silente plauso sferzan le mie ciglia a guardarti sornione.

Tu spettatrice di eterno cambiamento.

Tu spietata critica di fallace avvenire.

Tu stupenda possibilità in creato palco.

Arbitrio è il tuo teatro.

Io, tuo diletto cicerone.

Colpo di spugna al cerone mio esserti grato.

Tu sei la Vita della mia rinascita.

Lux ex machina con fili nelle mie destine mani.

Innalzo i palmi…lo spettacolo continua.

8 risposte a "Sipario"

  1. belle metafore…ma sono referenziate anche al tuo mestiere? Voglio dire ti occupi di teatro? Mi piacerebbe ci dicessi qualcosa in più di te…hai una scrittura che intriga…io vivo a Napoli e tu?

    Piace a 1 persona

    1. Buongiorno Franz! 🙋🏻‍♂️
      Intanto grazie gli apprezzamenti ai miei scritti! 🙏🏻
      Sono onorato che tu possa associarmi al nobile mondo del teatro, mondo in cui ti applaudono perché sei capace di mostrare le tue maschere mentre fuori ti additano perché le nascondi. 🎭
      Ahimè, mi occupo di tutt’altri settori.
      Come principale attività, opero nel settore legale.
      Come secondarie, mi sto specializzando nell’accoglienza turistica su grande scala e eventi ludici formativi. 😁
      Il mio amore per la scrittura è derivato dalla mia passione per la lettura e la parola.
      Amo la comunicazione in ogni suo aspetto e non sono mai pago di sviscerarne ogni aspetto.
      Il mio desiderio di scrivere è stato amplificato da quando ho conosciuto la mia musa. A.M.
      Prima di allora, i miei estemporanei font, rimbalzavano solo nella mia mente.
      Io vivo a Verona! 💁🏻‍♂️

      Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.