Non vi è che (D)io

Profumo in bilico al cospetto della tua pelle.

Freddo acciaio alla morsa mia stretta.

Bocca digrigna parole scolpite.

Colano i tuoi desideri e umore mi risveglia.

Solstizio il tuo esser promessa.

Dominante la perseveranza del mio sorriso.

Sommossa nel tuo cedere volontà .

Proponi opressa la liberta di venire.

Spergiuri blasfemi Dei al mio riempirti colante.

Colpi di sferzo crine al mio tirarti giumenta.

Lacrima il tuo arbitrio.

Disseta il mio ego.

15 risposte a "Non vi è che (D)io"

I commenti sono chiusi.