Quella Sera (Parte 8/8) Finale

Gocciolio a scandire il tempo.

Respiro ansante a tenere il ritmo.

Occhi tremuli metronomi al tutto.

Questi gli strumenti della musica che danzava al mio guardarti.

Maestro di attesa, sfilai dalla tasca, il souvenir che presi dal bagno.

Il tuo rosso Estée Lauder…

Il rosso ladro di desiderio…

Il rosso schiavo alle tue labbra di cera…

Lo ammirai il tempo del pensiero e ne staccai il nero cappello.

Come arco in tiro ne ruotai il rosso celato.

Buttai il tappo alle mie spalle, come il ritorno che mai avverrà.

Seguii la sagoma della tua bocca ansante e brandelli del tuo intimo scivolano dalla feritoia delle tue labbra.

Marcai forte il colore e, volutamente, ne sbagliai i confini.

Finito, mi allontanai da te e ammirai la mia tela di carne.

Rosso troia era divenuto il tuo orifizio del sapore.

Una bocca da puttana, sbavante e trasudante succo di figa a far scivolare rossi rivoli dai lati e dalla fossetta del tuo risucchio.

Dio se eri bella.

Come se nulla fosse mutato, mi avvicinai di nuovo a te e ti spalancai le gambe per farle cadere penzoloni dai lati del tavolo mio banchetto.

Il tuo sesso si spalancò ancor di più al mio armeggio di arti.

Colante fiore rosa pulsante di polpa e succo.

Sempre con il rossetto ancora nella mia mano, mi rimisi seduto davanti alla tremante fame.

Sollevai la mano sinistra e con le dita divaricai le tue seconde labbra.

La sinistra, ancora armata del fuoco in cera, si soffermo sulle estremita della tua figa gocciolante.

Chiusi gli occhi e mmaginai di ripercorrere la tua bocca con il tuo colore.

La mano seguii quello che mente ricordava e sentii il tremore del tiepido colore sulla tua calda pelle.

Riaprii gli occhi è assisitetti al mio Kandinsky tentativo.

Eri perfetta!

Labbra rosse sbavanti su gote piene a renderti piena del mio volere.

Labbra rosse sporche e unte alla preghiera del mio riempirle.

Mi rialzai e mi diressi verso la camera da letto.

Ritornai poco dopo con il grande specchio bianco da terra che utilizzavi sempre per controllarti prima di uscire.

Lo appoggiai al posto della mia precedente seduta.

Tu ancora non osavi disobbedire al mio precedente comando…e restasti immobile.

Rimasi a fissarti per qualche minuto assorto solo dal musicare del tuo respiro.

Ripresi a percorrere il tuo letto di legno e mi misi dietro la tua testa corvina.

Come un padre affettuoso, ti accarezzai la fronte e ti cullai i capelli.

“Sei il mio orgoglio A.”

E dicendo ciò, ti sollevai lentamente la testa verso il tuo fronte riflesso.

Dio quanto avrei voluto immortalare quel ricordo su cellulosa pellicola…

I tuoi occhi che si sgranavano di obnubilata meraviglia.

Il tuo respiro affrettato al ticchettare delle tue emozioni.

Il tuo sesso colante di piscio e liquida arroganza.

Ti vedesti e ti riconoscesti.

Eri giano di sesso e mente.

Eri troia al minotauro leggenda.

Eri specchio nello specchio.

Eri fatta solo delle mie volonta.

Sboratoio alla mia noia.

Giocattolo al mio volere.

Burattino danzante a fili di sperma.

Vidi il tuo sorriso costritto e lacrime a seguire la bava.

Mentre distratta guardavi ammirata la tua vera essenza, io scagliai con forza brutale il rossetto nella tua immagine riflessa.

Sciabordio di vetri colarono a terra come l’immagine frantumata della moltiplicazioni di te.

Assistetti sorpresa al collasso del tuo riflesso e fu allora che ti riabbassai il capo e baciai le labbra di Cera.

“Tu sei specchio. Io il tuo tenerti integra.”

Fiato spento.

Occhi vivi.

Volontà donata.

Il tuo voto silente tra le mani della tua testa sospesa.

Le mie volontà ad artigliarti la mente.

Gutturale sussurro…

Udii il tuo “Si!”

 

 

 

 

 

 

9 risposte a "Quella Sera (Parte 8/8) Finale"

    1. Tranquilla ti capisco perfettamente!

      E che il nostro è un rapporto di anime in versione Dom e Lady.

      Quindi capisco perfettamente quello che volevi dire!

      Credo che troverai molti altri riscontri al tuo gusto in quasi tutti i miei vecchi post!

      Grazie per la visita e per avermi lasciato un tuo commento.

      Ne sono sempre molto felice!

      Piace a 2 people

Rispondi a Destinodilux Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...