Moire’s Drape

Non conosco la lettura di ciò che è scritto nel mio nome.

Non rapisco il senso del dovuto a dazio del  prezzo passato.

Non trovo fruscio nel mescolare il fato di carte e fili.

E a Cloto che ringrazio per il mio aggrapparmi.

E a Lachesi che richiamo il mio esserlo.

E a Atropo che prego di meritare attesa.

Possano passare le ere e i dominii.

Possano infiammarsi gli oceani di lacrime e preghiere.

Possano spegnersi le mani di chi non ha sosta.

Darei la voce al distratto.

Darei la vista al confuso.

Darei la voce al deluso.

Tutto è in equilibrio.

Tutto è in armonia.

Tutto è in arte.

Luce e fato.

Dammi la mano.

Tu sei la trama.

5 risposte a "Moire’s Drape"

I commenti sono chiusi.