AvidaMente

Innaturale è stare lontani.

Libri naufraghi in attesa di essere inchiostro.

Mari in recinti incapaci di essere calmi.

Voli caduti su ali in equilibrio.

Passi danzanti su funi a mezz’aria.

Occhi nascosti al richiamarci possesso.

Paesaggi mosaici negli occhi caleidoscopici.

Ora è il nostro noi riservo e urlante.

Colore di seta su vite stoiche.

Collana di ora il nostro rosario.

Sangue in Dio nostro fotterci.

Io perseveranza concessa a follia.

Tu scalpito prozac di vita avida.

Violento volerci è nostro dovere.

Dovere è il violentarci nel volerci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...