Sete

Sapere.

Leggi gli occhi mentre le anime si baciavano e fiato cedi al sogno di lingua.

Sentire.

Il fiato arso e la sete saliva a deglutire il gusto pensiero di calda speme.

Sognare.

Mani a corte sul monte a porre strada alla tumida via.

Spostare.

La nuda voglia al sudato corpo per ricevere feroci sferzi al tuo grondare densi fiotti di Eva.

Sorgere.

Echi dalla opera gola e fradici accordi disegnano spartito sulla pelle tua cagna.

Spirare.

Al convulso tuo overture mentre con testa china mi doni la schiava tua appartenenza.

Suddita al mio comando, musichi la mia armonia.

4 risposte a "Sete"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...